il network

Mercoledì 25 Novembre 2020

Altre notizie da questa sezione


#SPORTIVAMENTE

Hamilton-Schumi e Nadal-Federer già nella leggenda

Hamilton-Schumi e Nadal-Federer già nella leggenda

Hamilton e Nadal

Calendario dei post

Lewis Hamilton e Rafael Nadal hanno raggiunto due risultati storici: il pilota inglese della Mercedes ha eguagliato il record di Michael Schumacher per numero di gran premi vinti e il tennista spagnolo ha raggiunto Roger Federer per numero di Slam vinti. E come sempre accade, per la verità nello sport più che in altri settori, immediatamente è scattata la “caccia al più grande di sempre”. Un giochino divertente che coinvolge tutti gli appassionati-tifosi (che volentieri si schierano), ma al tempo stesso un giochino anche un po’ perverso perché, a conti fatti, è impossibile dare la “patente” del “più grande di sempre” a campioni unici, leggende vere dei loro sport.

Hamilton sul circuito del Nurburgring ha vinto il suo gran premio numero 91 raggiungendo nella classifica “all time” il pilota tedesco. Verosimilmente nei prossimi weekend salirà ancora sul gradino più alto del podio e stabilirà il record assoluto di gare vinte. Non è finita. A fine stagione centrerà il suo settimo titolo mondiale uguagliando Schumacher anche in questa particolare classifica. Ma c’è di più. Il prossimo anno partirà da favorito e avrà come obiettivo il campionato del mondo numero 8.

Numeri che si commentano da soli ma bastano per affermare che Hamilton è il più grande pilota di sempre della Formula 1?

Credo di no. Stiamo parlando di due fenomeni assoluti che hanno corso in anni diversi: Schumacher era prossimo al ritiro quando nel Circus si affacciava Hamilton. Sono cambiate le monoposto, i regolamenti, il calendario delle gare si è fatto più fitto (si corre di più). Se è vero che entrambi hanno vinto tutto e tanto grazie al loro talento e alla determinazione in pista, è anche vero che sono stati bravi, fortunati e abili nello sfruttare una netta supremazia delle loro monoposto: la Ferrari nel caso di Schumacher e la Mercedes per Hamilton. In verità, se vogliamo approfondire questo aspetto, non possiamo non evidenziare che il dominio tecnologico della Mercedes di cui in questi anni - e ancora oggi - ha potuto godere Hamilton è decisamente superiore alla forza della Rossa del Cavallino all’inizio degli anni Duemila. In buona sostanza per Schumacher vincere era più difficile, Hamilton domina e doppia gli avversari grazie alla sua bravura e a un bolide inavvicinabile per tutti, spesso anche per il compagno di squadra. E se proprio vogliamo spingerci oltre e approfondire un parallelo fra i due campioni, proprio la sfida in famiglia con il compagno di scuderia può essere un elemento utile di riflessione. Schumacher non ha mai perso la sfida con il compagno di squadra, anzi. Grazie alla sua “fame di vittorie” ha cannibalizzato Barrichello, Irvine, Massa, surclassandoli. Hamilton, invece, nella stagione 2016 ha perso il mondiale nella sfida tutta Mercedes con Rosberg: una “macchia” nella carriera del fuoriclasse inglese.

L’altra impresa con annesso record eguagliato ha visto come protagonista Nadal che ha vinto per la tredicesima volta il Roland Garros e ha conquistato lo Slam numero 20. Come il re Roger Federer. Il fuoriclasse maiorchino ha demolito il numero 1 del mondo Djokovic con un punteggio quasi umiliante e ragionevolmente – forse più di Federer, fermo da mesi per infortunio e sulla soglia dei 40 anni - potrebbe anche aggiornare il suo “score” nei tornei del Grande Slam.

Il “giochino” si ripropone: tutto questo basta per affermare che Nadal è il più grande tennista di sempre?

Credo di no. Sono i più grandi, entrambi. Pur diversissimi tra loro. Le loro sfide e le loro vittorie hanno segnato un’epoca e hanno diviso milioni di sportivi. In questo caso i numeri e le statistiche delle due leggende della racchetta possono dare una mano. Nadal ha vinto 13 volte Parigi Roland Garros, 4 volte l’Usa Open, 2 volte Wimbledon e una volta l’Open d’Australia; Federer ha vinto 8 volte Wimbledon, 6 volte l’Open d’Australia, 5 volte l’Usa Open e una volta Parigi Roland Garros. Risulta evidente che Nadal è il più forte di sempre sulla terra battuta e Federer è il più forte di sempre sull’erba e sul cemento.

12 Ottobre 2020