il network

Domenica 24 Gennaio 2021

Altre notizie da questa sezione


ECCELLENZA

Crema, pareggio di prestigio

I nerobianchi escono indenni dal campo della Grumellese

Crema, pareggio di prestigio

Aldo Nicolini, tecnico del Crema

GRUMELLO DEL MONTE (Bergamo) — Manca solo il colpo del ko. Per il resto è un Crema che rasenta la perfezione. Anche sul campo di una delle favoritissime per il salto di categoria, ovvero la Grumellese, Cantoni e compagni confermano di poter disputare una stagione di primissimo piano. Il pari, infatti, sta stretto ai nerobianchi, che nel finale hanno sfiorato più volte il raddoppio. Decisive le parate di Gherardi, peraltro non impeccabile in occasione dell’1-1. In avvio Nicolini lascia in panchina Buonaiuto e Fiorentini, e lancia nel cuore del gioco il giovane Bressanelli. Davanti, Pagano punta centrale con Marchesetti e Piacentini larghi e iper-offensivi.

La Grumellese forse sorpresa dalla personalità degli ospiti fatica a trovare spazi. Baresi va subito vicino al gol con un colpo di testa che si stampa contro la traversa, ma al 38’, sugli sviluppi di una sorta di corner corto, Lleshaj stacca col tempo giusto e schiaccia in porta un pallone imparabile. Gran gol e bergamaschi avanti. Esemplare, però, la reazione del Crema. Su calcio d’angolo battuto da Marchesetti, il pallone attraversa tutta l’area e ricade sul secondo palo; il portiere è scavalcato e Baresi in tuffo ristabilisce la parità. Averla agguantata prima dell’intervallo è doppiamente importante, tant’è che i nerobianchi scendono in campo nella ripresa con grande tranquillità.

Sul piano del gioco sono loro a dettare legge, anche se la Grumellese risponde colpo su colpo e non si lascia schiacciare. A 20’ dalla fine Buonaiuto e Fiorentini rilevano Cantoni e Piacentini, iniettando nuova energie alle offensive cremasche che a 8’ dalla fine sembrano sul punto di concretizzarsi; lancio di Carminati sull’out sinistro per Baresi che di piatto appoggia all’indietro verso l’accorrente Pedrocca; tiro a botta sicura e prodigioso salvataggio del portiere. Sfiorato l’1-2, gli ospiti rischiano di subire la beffa in contropiede, e in almeno una situazione è bravo Barbieri a sventare la minaccia. Nei minuti finali, si ha la sensazione che il gol possa arrivare da un momento all’altro, perché entrambe le squadre lo cercano. Invece niente: l’1-1 maturato nel primo tempo non subisce variazioni e consente al Crema di prolungare la striscia positiva iniziata con le due gare di Coppa e proseguita con i primi 180’ di campionato.

E’ presto per lanciarsi in proclami, e in un girone tosto come quello bresciano i momenti di difficoltà non mancheranno. Le indicazioni di questo primo scorcio di stagione sono però univoche e chiare: il Crema è già una realtà. E se continua come ha iniziato, regalerà ai propri tifosi una grande stagione.

15 Settembre 2014