il network

Lunedì 17 Maggio 2021

Altre notizie da questa sezione


CORONAVIRUS. IL CASO

«Medico no vax in Fiera», adesso si muove l’Ordine

Dopo la segnalazione di una mamma. Lima: «Primo passo la convocazione per ascoltare il collega»

«Medico no vax in Fiera», adesso si muove l’Ordine

CREMONA (27 aprile 2021) - Parte oggi la pratica dell’Ordine dei Medici di Cremona relativa alla vicenda che coinvolge Francesco Berti, il medico presunto «no vax» in servizio all’hub vaccinale di CremonaFiere. Lo spiega il presidente Gianfranco Lima: «Prendiamo atto della segnalazione arrivata ai nostri uffici e il primo passo sarà di ascoltare la spiegazione del collega». Dunque per Berti si prospetta la convocazione per un’audizione in cui darà la sua versione. La norma prevede almeno una settimana per consentire al medico di predisporre le sue ragioni. «Poi sulla base dei risultati dell’audizione toccherà alla Commissione dell’Ordine valutare se aprire un procedimento disciplinare e, nel caso, successivamente decidere quale sanzione applicare. I provvedimenti possibili vanno dalla censura fino alla radiazione». Nei giorni scorsi, Lima aveva definito il fare campagna contro le vaccinazioni «un fatto gravissimo, un atto contrario alla deontologia professionale. Un comportamento inaccettabile punibile anche con la radiazione». E aveva aggiunto: «Se nelle prossime ore ci saranno segnalazioni rilevanti, è ovvio che si aprirà un procedimento disciplinare». E la segnalazione è arrivata, inviata dalla mamma di una minorenne malata oncologica, oltre che all’Ordine, anche all’Ufficio Relazioni con il Pubblico dell’Asst di Cremona, che ieri è rimasta in silenzio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

26 Aprile 2021