il network

Venerdì 23 Aprile 2021

Altre notizie da questa sezione


CORONAVIRUS. L'IMPATTO SUGLI OSPEDALI

La pressione si allenta: calo costante dei ricoveri

Al Maggiore di Cremona flessione del 29%, all’Oglio Po di Casalmaggiore vicina al 50% e a Crema del 14,3%. Ma restano ancora molti i pazienti gravi nelle Terapie Intensive

La pressione si allenta: calo costante dei ricoveri

CREMONA (9 aprile 2021) - Dal fronte ospedaliero provinciale arrivano buone notizie in merito all’andamento della pandemia nel territorio: i ricoveri sono in sensibile calo, sia nei presidi dell’Asst di Cremona (Maggiore e Oglio Po), sia a Crema. Il dato più confortante arriva proprio dall’area cremonese e casalasca, dove il picco dei ricoverati era stato raggiunto il 17 e 18 marzo scorsi con 210 pazienti positivi al Covid 19: 159 a Cremona e 51 a Casalmaggiore. Nelle terapie intensive erano rispettivamente 16 e 7 i malati intubati. L’aggiornamento fornito ieri dall’Azienda socio sanitaria territoriale, testimonia il netto miglioramento: sono complessivamente 141 i ricoverati, dunque il 32,8% in meno. Al Maggiore i pazienti sono scesi a 113, un calo che sfiora il 29%, mentre all’Oglio Po sono quasi dimezzati, essendosi ridotti a 28. Diminuiscono, ma in maniera più lenta, i casi in pericolo di vita nella terapia intensiva dell’ospedale cittadino, che ospita ancora 14 persone. Più marcato il miglioramento in quella casalasca, dove gli intubati sono 5 (meno 28,5% rispetto al picco). La discesa dei ricoverati sembra dunque ormai costante dopo una fase, nella quarta settimana di marzo, in cui i numeri erano sovente in altalena, la curva ha iniziato a scendere con continuità già nei giorni che hanno preceduto la Pasqua. Ciò non deve comunque autorizzare un eccesso di ottimismo, anche se il peggio della terza ondata sembra passato, pur rimanendo alto il numero dei ricoverati nelle terapie intensive. Continuare ad osservare le norme in merito al distanziamento sociale, all’uso della mascherina, il divieto di assembramenti e tutte le altre regole della zona rossa. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

08 Aprile 2021